Turismo Accessibile

ccf83082e78c4c5898874a4c1f30004d oki okiOggi il turismo è considerato un bisogno sociale primario, strumento di conoscenza, di emancipazione personale, motore di diffusione culturale e non solo attività di svago.

L’articolo 30 della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, riconosce dignità culturale all’attività turistica e sottolinea il diritto delle persone con disabilità a prendere parte, su base di eguaglianza con gli altri, alla vita culturale e alle attività ricreative, turistiche, sportive, di tempo libero. Gli stati aderenti alla Convenzione devono operare affinché le persone con disabilità abbiano accesso ai luoghi dove è possibile svolgere tali attività.

Da questo prende spunto il nostro progetto sul TURISMO ACCESSIBILE, volto a diffondere una cultura dell’inclusione sociale e dell’accessibilità attraverso il turismo.

L’obiettivo è quello di valorizzare il patrimonio culturale e turistico toscano rendendolo fruibile alle persone con ridotta capacità motoria, che spesso rinunciano a viaggiare a causa della mancanza di informazioni e di un’adeguata accoglienza.

Happy Wheels – Asd’ promuove servizi, visite guidate ed itinerari turistici senza barriere specificatamente progettati per essere accessibili anche alle persone in carrozzina ed ai passeggini, collaborando con professionisti ed operatori specializzati nel turismo accessibile.

L’associazione si occupa di sperimentare ed elaborare percorsi turistici, verificare l’accessibilità di strutture ricettive e di luoghi di interesse, formare guide ed accompagnatori ‘solidali’.

Di grande importanza per l’elaborazione delle proposte è l’apporto dato dal progetto ‘WheelADVISOR’, che vede l’associazione impegnata in interventi di mappatura dei luoghi e percorsi accessibili del territorio toscano.

Fallo sapere in giro

Torna su